Come rinforzare il sistema immunitario: Rimedi naturali e consigli

Come rinforzare il sistema immunitario: Rimedi naturali e consigli

Come rinforzare il sistema immunitario: Rimedi naturali e consigli. Aumentare le difese immunitarie e mantenere il nostro corpo sempre in forza e pronto a combattere eventuali virus o batteri deve essere una nostra priorità.

In autunno i continui sbalzi termici, le piogge insistenti, le prime forme influenzali e in periodi di circolazione di virus poco conosciuti, dobbiamo prenderci cura del nostro corpo perché la salute determina la nostra qualità di vita. Oggi ti scrivo come rinforzare il sistema immunitario: Rimedi naturali e consigli.

Le difese immunitarie possono venire meno in alcuni periodo dell’anno, ad esempio durate i cambi di stagione, oppure possono essere indebolite da fattori come:

  • stress
  • poco riposo
  • alimentazione scorretta
  • patologie
  • uso eccessivo di medicinali come gli antibiotici.

Se le difese si abbassano, il nostro corpo è inevitabilmente più esposto a virus, funghi, batteri.

Ma andiamo per gradi, vediamo cosa sono le difese immunitarie che il nostro sistema mette in gioco per difendere tutto l’organismo.

Leggi anche: Sidro di mele: 3 ricette semplici per accelerare il metabolismo e potenziare il sistema immunitario

Cosa s’intende per difese immunitarie

Si tratta di un insieme di organi e cellule del corpo umano che ci aiutano a difenderci da minacce esterne, quali virus, batteri e agenti patogeni in generale.

Il sistema immunitario ci aiuta anche dall’interno, ma non sempre nel modo corretto: se delle cellule del nostro corpo “impazziscono”, diventando cellule tumorali, il sistema immunitario le combatte come se fossero un pericolo.

Gli organi del sistema immunitario sono:

  • midollo osseo,
  • timo,
  • linfonodi,
  • milza,
  • tonsille,
  • la pelle. 

Le cellule delle quali sentiamo spesso parlare come componenti del sistema immunitario sono i globuli bianchi, ovvero linfociti, granulociti e monociti.

Quando si abbassano le difese immunitarie

Molti fattori possono far abbassare la guardia al nostro sistema di difesa naturale. Vediamoli nel dettaglio:

  1. La mancanza di esercizio fisico e lo sforzo eccessivo possono indebolire il sistema immunitario, per cui un equilibrio sano tra sport e relax è fondamentale per un forte sistema immunitario. Un allenamento fisico moderato migliora la formazione e l’attivazione delle cellule immunitarie, invece la mancanza di esercizio fisico limita la funzionalità del sistema immunitario. Mentre un sovrallenamento e un tempo di rigenerazione insufficiente, porta al nostro sistema immunitario a un rilascio permanente di ormoni dello stress, causando un aumento del rischio di infezione.
  2. La mancanza di sonno (meno di sei ore a notte) favorisce il rilascio di ormoni dello stress, che a loro volta indeboliscono il sistema immunitario.
  3. La mancanza di idratazione significa che le nostre membrane mucose non sono protette da una pellicola fluida e ciò comporta una penetrazione degli agenti patogeni più facilmente. Allo stesso tempo, l’eliminazione delle sostanze tossiche non è sufficientemente garantita.
  4. Il consumo di alcol provoca la disattivazione di una parte importante del sistema immunitario per almeno 24 ore.
  5. Il fumo indebolisce il funzionamento  del nostro sistema immunitario riducendo il numero di cellule immunitarie e di anticorpi nel sangue.
  6. Il consumo di 100 gr di zucchero (circa la quantità contenuta in un litro di una bevanda dolce come la cola) può compromettere seriamente la capacità dei globuli bianchi di attaccare batteri e virus fino a cinque ore.
  7. Lo stress cronico colpisce il sistema immunitario nel suo complesso. In situazioni di affaticamento il nostro corpo rilascia più ormoni dello stress (adrenalina, noradrenalina, cortisolo). Allo stesso tempo, il sistema immunitario crea più cellule immunitarie per proteggerci dalle malattie e dalle infezioni. Se il nostro corpo non riesce a riprendersi a sufficienza dopo un periodo di stress, e ad un continuo sforzo dell’organismo, ciò porta ad un aumento sproporzionato dei livelli degli ormoni dello stress e ad una diminuzione del numero e dell’attività delle cellule immunitarie.

Leggi anche: L’antico metodo Giapponese che elimina stress e ansia in 5 minuti

Rimedi naturali e alimentazione per rinforzare le difese immunitarie

Vitamina C

Partiamo dal rimedio più noto, quello che conosciamo davvero tutti. Detta anche acido ascorbico, la vitamina C ha un forte potere antiossidante e aiuta l’organismo a difendersi più efficacemente.

In particolare, è molto utilizzata come rimedio naturale contro il raffreddore e altri sintomi respiratori. Secondo alcuni studi sarebbe utile anche nella prevenzione dei tumori.

Si trova prevalentemente in frutta e verdura fresche, in particolare kiwi, peperoni, agrumi e pomodori.

Si deteriora facilmente, è molto volatile e si disperde con la cottura.

Per assumerne un quantitativo adeguato è dunque consigliabile consumare crudi gli alimenti che ne sono ricchi, senza trattarli troppo: un bel kiwi appena sbucciato, un’arancia appena spremuta, pomodori in insalata.

Il fabbisogno di vitamina C è di circa 75 mg al giorno.

In caso di carenza, si può ricorrere ad appositi integratori che comunque non vanno mai considerati come sostituti di una dieta varia e corretta.

Miele

Un altro rimedio naturale famosissimo come immunostimolante è il miele. Ha qualità antinfiammatorie, antibatteriche e antiossidanti, specie quando parliamo di prodotto grezzo.

Da sempre gli viene attribuita la capacità di rinforzare il sistema immunitario, tant’è che anche il mondo scientifico si è spesso dedicato allo studio del miele per determinarne meccanismo d’azione ed effettive qualità.

In particolare, secondo i risultati di recenti studi, il miele, grazie all’azione sinergica su diversi tipi di cellule, sarebbe in grado di stimolare il sistema immunitario aiutandolo a prevenire e a combattere le infezioni.

Leggi anche: Miele è un Arma contro Superbatteri Antibiotico-Resistenti

Yogurt

Lo yogurt è un alimento che si ottiene per fermentazione del latte (di capra, di mucca, di pecora) ad opera dei fermenti lattici, particolari batteri che vengono aggiunti al latte e che mettono in moto un processo di fermentazione, utilizzando il lattosio e producendo acido lattico.

La formazione di acido lattico contrasta la colonizzazione da parte di batteri patogeni, oltre a favorire una corretta funzionalità gastrointestinale.

Alcuni yogurt contengono poi i probiotici: si tratta di batteri in grado di favorire la metabolizzazione di fibre, proteine e carboidrati, producono vitamina K (utile per la salute delle ossa).

Hanno azione battericida nei confronti degli agenti patogeni: contrastano la loro proliferazione e impediscono il loro passaggio attraverso la mucosa intestinale.

Ginseng

Antitumorale, tonico e anti-invecchiamento, il ginseng è anche un buon alleato per rinforzare il sistema immunitario. 

Aumenta la resistenza agli agenti patogeni, dà energia, e viene utilizzato per rinvigorire un organismo debilitato e raccomandato nei periodi di convalescenza, poiché stimola il processo di guarigione.

Tra le sue proprietà quella di iperstimolare l’assorbimento dei sali minerali e delle vitamine.

Aglio

È ricco di allicina, una sostanza in grado di stimolare la moltiplicazione delle cellule che contrastano le infezioni. E non solo.

Secondo alcune ricerche, l’allicina permetterebbe anche di ridurre il rischio di cancro allo stomaco e di patologie cardiache.

Frutta secca

La frutta secca è molto ricca di vitamina E, utile per aiutare il nostro organismo ad affrontare gli attacchi degli agenti patogeni esterni.

Le mandorle ad esempio sono particolarmente ricche di vitamina E e antiossidanti in grado di ridurre la sensibilità ai malesseri stagionali e alle infezioni alle vie respiratorie.

Leggi anche: Ecco come cambia il tuo organismo se mangi 7 mandorle al giorno

Funghi

Sono ricchi di selenio e betaglucano, indispensabili per attivare i globuli bianchi e quindi per difenderci dalle infezioni e riparare i tessuti danneggiati.

I betaglucani sono inoltre contenuti nella crusca di avena e nell’avena integrale.

Salmone

Si tratta di un alimento molto importante per le nostre difese immunitarie in quanto ricco di vitamina D, indispensabile per evitare infezioni respiratorie.

Il salmone contiene inoltre anche Omega 3 in grado di diminuire il rischio d’infarto, migliorare la memoria e l’apprendimento, combattere le infiammazioni e contrastare l’invecchiamento della pelle.

Vitamina A

La vitamina A svolge un ruolo importante nel processo di differenziazione cellulare ed è dunque fondamentale per un sano e corretto sviluppo dell’individuo, per la salute e l’integrità dei suoi tessuti e per una corretta e adeguata risposta immunitaria.

Si trova, sottoforma di carotenoidi, prevalentemente in frutta e verdura di colore arancione, giallo e rosso, come:

  • carote,
  • albicocche,
  • melone,
  • anguria,
  • frutti di bosco,
  • pomodoro.

Anche in alcuni alimenti di origine animale quali uova, burro e latte.

È molto delicata e si perde in gran parte nel processo di cottura. Il fabbisogno giornaliero è di circa 0,6-0,7 mg, ma aumenta fino a quasi 1 mg durante l’allattamento.

Vitamina D

La vitamina D è un nutriente liposolubile essenziale per la salute e il funzionamento del sistema immunitario. La si ricava soprattutto esponendosi al sole.

La carenza di vitamina D si associa a un aumentato rischio di infezioni del tratto respiratorio superiore.

Secondo alcuni studi, la supplementazione di vitamina D può migliorare la risposta immunitaria e favorire la protezione dalle infezioni del tratto respiratorio.

In una meta-analisi pubblicata nel 2019, l’integrazione con vitamina D ha ridotto significativamente il rischio di infezioni respiratorie nelle persone che presentavano una carenza di questo micronutriente.

Zinco

La carenza di zinco inibisce il corretto funzionamento delle difese immunitarie. Un’alimentazione corretta, sana e varia consente in genere di assumerne il quantitativo necessario all’organismo.

Quando la dieta non è sufficiente, si può ricorrere ad appositi integratori.

Lo zinco si trova prevalentemente nel:

  • cacao,
  • lievito,
  • semi oleosi,
  • legumi,
  • pesce,
  • uova,
  • latte,
  • cereali,
  • carne.
Curcuma

Tra i numerosi benefici della curcuma c’è l’abilità di prevenire e attenuare le infiammazioni. La curcuma, dunque, è un altro rimedio naturale per rinforzare il sistema immunitario.

Lo fa soprattutto grazie alla propria azione antiossidante e agevolando la termogenesi, ossia la produzione e la conservazione del calore da parte del corpo.

Si può usare come spezia per condire i propri piatti, all’interno di tisane o come integratore.

La curcumina, però, ossia la sostanza attiva della curcuma, ha una bassa biodisponibilità; per aumentarne l’assorbimento è consigliabile associarla al pepe nero o a sostanze grasse quali oli, latte, yogurt.

Leggi anche: Miele e curcuma: abbinali così per preparare un eccellente rimedio antibiotico naturale

Cannella

Tra le spezie che aiutano a tenere forte e in salute il sistema immunitario c’è anche la cannella.

Come la curcuma, anche la cannella stimola la termogenesi; è da secoli considerata un buon rimedio naturale per la prevenzione e la cura di raffreddore, sintomi influenzali e, più in generale, sintomatologia a carico delle vie respiratorie.

Si può assumere come spezia, per la preparazione di tisane o come integratore.

Perilla

La perilla stimola le naturali difese dell’organismo ed è molto utilizzata alla scopo di rinforzare e mantenere in salute il sistema immunitario.

Si assume in genere sotto forma di compresse, durante i pasti.

La posologia precisa dipende dallo specifico prodotto e dalle esigenze di chi la assume. È molto utilizzata anche come difesa contro le allergie.

Echinacea

L’echinacea è considerata uno stimolante naturale delle difese immunitarie. In particolare, si ritiene che possa aiutare a prevenire il raffreddore e altri mali di stagione che interessano le vie respiratorie.

Il suo impiego come immunostimolante è molto antico e, nonostante la sua reale efficacia sia stata talvolta messa in discussione, ci sono conferme anche dalla medicina ufficiale.

Secondo alcuni studi, infatti, aiuterebbe a prevenire e risolvere più velocemente i sintomi delle malattie da raffreddamento, specie quando associata alla vitamina C.

Gli integratori naturali per rinforzare velocemente le difese immunitarie

A volte il nostro organismo ha bisogno di un piccolo aiuto esterno per riuscire a proteggerci al 100%. ImmunoDefender è il primo integratore realizzato appositamente per rinforzare il sistema immunitario, ma in maniera del tutto naturale. 

Grazie all’Echinacea e alla Vitamina C fornisce ai tuoi anticorpi le armi per vincere la battaglia contro gli agenti patogeni, i batteri e i virus. 

Potrai agire dall’interno per rinforzare il tuo organismo e il tuo sistema immunitario, senza rischiare danni dovuti ad agenti e sostanze chimiche.

Puoi acquistare ImmunoDefender sul sito ufficiale cliccando QUI

Consigli utili per rinforzare le difese immunitarie

Attività fisica

Come si diceva all’inizio dell’articolo, uno stile di vita sano è fondamentale per il buon funzionamento del sistema immunitario e, quando si parla di buone abitudini e stile di vita, non si può prescindere dall’attività fisica.

Un’attività fisica leggera e regolare è un ottimo rimedio naturale per stimolare il sistema immunitario. Attenzione, però, perché uno sforzo intenso ha esattamente l’effetto contrario.

Riposo

Cerca di dormire almeno otto ore a notte: avere un buon sonno è importante perché ci permette di mantenere alta la concentrazione durante il giorno e consente al nostro organismo di ricostruire i globuli bianchi, indispensabili per contrastare le infezioni.

Limitare lo stress

Lo stress può portare ad un abbassamento delle difese immunitarie, provoca infatti un indebolimento dei globuli bianchi e abbassa la loro capacità di attivarsi contro le infiammazioni.

Un po’ di sano movimento e qualche passeggiata all’aria aperta possono rivelarsi un ottimo toccasana contro lo stress.

Camminare nei boschi

Ormai non ci sono più dubbi, nemmeno per la scienza: è possibile aumentare le difese immunitarie con una lunga camminata nel bosco.

Come ci suggerisce Clemens G. Arvay, l’effetto biofilia si può ottenere anche con una sola giornata trascorsa a camminare nella natura, tra gli alberi.

Sempre parlando di “Effetto Biofilia”, un altro metodo interessante, da utilizzare insieme alle camminate nel bosco è il percorso Kneipp.

Il percorso Kneipp nasce in natura ma oggi è molto conosciuto come percorso di cura termale. Ideato dal monaco tedesco Sebastian Kneipp a metà del 1800 per curare la tubercolosi, ha molte altre caratteristiche interessanti.

Si basa sulle proprietà terapeutiche dell’acqua. Alternare bagni di acqua calda con bagni di acqua fredda è un metodo molto naturale per rinforzare le difese immunitarie.

Lo shock termico agisce sul sistema immunitario, potenziandolo.

Leggi anche: Shinrin Yoku: Camminare nei boschi rigenera corpo e mente

CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE