Proprietà Benefiche del finocchio

3128
Proprietà Benefiche del finocchio

Proprietà Benefiche del finocchio. Il finocchio (Foeniculum vulgare) è una pianta della famiglia delle Ombrellifere dalle importanti proprietà digestive.

Croccante e piacevolmente profumato, il finocchio è forse uno degli ortaggi più presenti sulle tavole dell’area del Mediterraneo. Oggi vi spiego le proprietà benefiche del finocchio.

Il clima migliore per la sua coltivazione è temperato, ma più tendente al caldo che al freddo. In Italia si coltiva più o meno ovunque, soprattutto al Centro e al Sud, dove viene molto usato a fine pasto, per favorire la digestione.

Calorie e valori nutrizionali del finocchio

100 g di finocchi contengono 9 kcal / 36 kj. 

Inoltre, per ogni 100 g di questo prodotto, abbiamo:

  1. Acqua 93,20 g
  2. Carboidrati 1 g
  3. Zuccheri 1 g
  4. Proteine 1,2 g
  5. Grassi tracce
  6. Colesterolo 0 g
  7. Fibra totale 2,2 g
  8. Sodio 4 mg
  9. Potassio 394 mg
  10. Ferro 0,4 mg
  11. Calcio 45 mg
  12. Fosforo 39 mg
  13. Magnesio 16 mg
  14. Zinco 0,87 mg
  15. Rame 0,1 mg
  16. Selenio  0,9 µg
  17. Vitamina B1 0,02 mg
  18. Vit. A 2 µg
  19. Vit. C 12 mg

Curiosità sul finocchio

Il finocchio viene consigliato nella dieta per le donne che allattano. Si dice che faciliti la produzione di latte. In realtà, invece, il finocchio contribuisce soprattutto a renderne più gradevole il sapore.

Sapete da dove deriva il termine infinocchiare? Il finocchio altera la funzionalità delle papille gustative; quindi, dopo aver mangiato finocchio, tutto sembra più buono e più dolce.

  • Gli osti non troppo onesti erano soliti offrire finocchi agli avventori prima di servire loro pessimo vino, per mitigarne il gusto. Da qui il termine infinocchiare.

Leggi anche Dieta del finocchio: dimagrante e depurativa, brucia il grasso addominale in pochi giorni 

Dieta del finocchio: dimagrante e depurativa, brucia il grasso addominale in pochi giorni

A seguire le proprietà benefiche del finocchio

1. Riduce le infiammazioni

Le proprietà antinfiammatorie dei finocchi derivano dall’anetolo, che è il composto aromatico che dona quel particolare gusto alla pianta.

L’anetolo presente nei finocchi agisce sulle infiammazioni, in particolare quelle al colon, e al momento non sono noti effetti collaterali derivati dall’assunzione di finocchi.

2. Aiuta la digestione

Cattive abitudini alimentari possono portare a problemi di digestione. In questo caso, mangiare finocchi aiuta a calmare i gonfiori e le contrazioni addominali grazie alle proprietà dell’anetolo, che riesce ad evitare la formazione di gas intestinali.

Assumere finocchi è dunque utile se si soffre di meteorismo o aerofagia. Allo stesso modo, anche una tisana a base di semi di finocchio aiuta ad alleviare il gonfiore e a sentirsi più leggeri.

3. Combatte l’anemia

L’anemia consiste nella carenza di ferro nel sangue. Anche in caso di anemia, dunque, i finocchi sono potenti alleati dell’organismo in quanto oltre ad essere ricchi di ferro, contengono anche una sostanza chiamata istidina, che stimola e aiuta la formazione di emoglobina nel sangue.

Mangiare finocchi è dunque un’abitudine da sviluppare soprattutto se si soffre di questa patologia.

4. Riduce l’acidità

I finocchi sono molto utili per ridurre l’acidità e il bruciore di stomaco: ripristinano il normale livello di PH e aiutano ad eliminare le tossine.
Ciò avviene perché gli oli essenziali dei finocchi stimolano la secrezione dei succhi gastrici, facilitando così l’assorbimento dei nutrienti presenti nel cibo.
E’ dunque bene, oltre a mangiare finocchi, avere sempre in casa anche l’olio essenziale di finocchio.

5. Alza la difese immunitarie

La vitamina C presente nel finocchio costituisce un importante alleato per il sistema immunitario: mangiare finocchi regolarmente, infatti, alza le difese immunitarie dell’organismo, rendendolo ben protetto verso infezioni in maniera del tutto naturale.

6. Cura i disturbi respiratori

Il cineolo contenuto nel finocchio è un agente attivo capace di contrastare i blocchi nasali e facilitare la respirazione, in quanto controlla e riduce l’accumulo di catarro.
Mangiare finocchi è dunque indicato per chi soffre di congestione, asma e bronchite. L’olio di finocchio può essere usato nei diffusori per migliorare la qualità dell’aria magari abbinato ad una lampada di sale per purificare l’ambiente.

7. Aumenta la concentrazione

Potassio, calcio, fosforo: sono alcuni dei sali minerali presenti nei finocchi che incidono positivamente sull’equilibrio elettrolitico del cervello e che favoriscono l’energia mentale. Il finocchio, dunque, aiuta a far aumentare la concentrazione e ad allenare la mente.

8. Regola la pressione

Chi soffre di pressione alta dovrebbe mangiare finocchi molto spesso: essi, infatti, sono ricchi di potassio, che aiuta a regolare la pressione sanguigna e innesca la formazione del cosiddetto “colesterolo buono” (quello che non si accumula nei tessuti adiposi), ostacolando la produzione di colesterolo cattivo.

9. È anti-tumorale

L’anetolo presente nel finocchio conferisce alla pianta importanti proprietà antitumorali: l’anetolo, infatti, sopprime il fattore NF-KB, alla base dei processi infiammatori tipici nei tumori.

10. Calma i dolori mestruali

Gli effetti lievemente analgesici del finocchio lo rendono un alimento adatto, inoltre, a calmare i dolori mestruali. In questo caso si consuma sotto forma di infuso, unito anche ad altre erbe dall’azione calmante come la calendula e la melissa.
In alternativa si può mettere in infusione in acqua bollente un cucchiaino di semi di finocchio schiacciati. Lasciare riposare per 10 minuti e bere 2-3 volte al giorno.

CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE

Shares
facebook sharing button Share
messenger sharing button Share
whatsapp sharing button Share
pinterest sharing button Pin