Il pesce povero di grassi da integrare in un regime alimentare ipocalorico ricco di proteine e omega 3

1056
Il pesce povero di grassi da integrare in un regime alimentare ipocalorico ricco di proteine e omega 3

Il pesce povero di grassi da integrare in un regime alimentare ipocalorico ricco di proteine e omega 3. Chi affronta un regime alimentare ipocalorico spesso si ritrova come alimento predominante il pesce poiché poco calorico e ricco di moltissime proprietà benefiche.

Ma tutti i pesci vengono considerati magri e quindi possono essere mangiati tranquillamente? Oggi ti scrivo qual'è il pesce povero di grassi da integrare in un regime alimentare ipocalorico ricco di proteine e omega 3.

Ci sono tantissime varietà di pesce, da quelli pinnuti ai crostacei. Quando si parla di dieta è fondamentale distinguere quali sono quelli magri per non vanificare il regime alimentare ipocalorico che si sta seguendo.

Innanzitutto per pesce “magro” si intende quel tipo di pesce che ha massimo il 10% di  grassi rispetto al suo peso corporeo, pelle esclusa. Quello che è considerato il più magro in assoluto è il “pesce azzurro” presente in quantità massiccia nel mare Mediterraneo.

Il pesce azzurro: Specie

Questa categoria di pesce è particolarmente indicata per le diete ipocaloriche poiché contiene tante proteineOmega 3,  acidi grassi che svolgono un’azione fondamentale nel corretto funzionamento del metabolismo corporeo e ha pochissimi grassi.

Alla specie del pesce azzurro appertengono:

  • le alici,
  • il calamaro,
  • il polpo,
  • la razza,
  • la seppia,
  • il sarago,
  • la spigola,
  • la sogliola,
  • il merluzzo,
  • le alici,
  • aringhe,
  • sardine,
  • sgombri,
  • il tonno.

 

Altri pesci che fanno parte della categoria del pesce azzurro sono anche l'allaccia, simile alla sardina, la ricciola, i bianchetti, la palamita, il sauro e il lanzardo.

Il salmone viene considerato un pesce azzurro, anche se non lo è, per il fatto di essere ricco di Omega 3.

Proprietà benefiche del pesce azzurro

Il pesce azzurro è importante per la nostra salute perché ricco di acidi grassi buoni, gli Omega 3, oltre ai sali minerali tra cui calcio, zinco, selenio, potassio, iodio e fosforo, e alle vitamine, in particolare vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina D.

È povero invece di grassi saturi, nocivi per la nostra salute e che troviamo in alimenti come insaccati e carne.

Ma ecco le proprietà del pesce azzurro:

Aiuta il sistema cardiovascolare e riduce il colesterolo cattivo

Gli Omega 3 sono indispensabili per la salute del cuore, delle arterie e per il sistema circolatorio in generale.

Ciò perché, a differenza dei grassi saturi, gli acidi grassi di cui è composto il pesce azzurro non ostruiscono le arterie contrastando così il colesterolo cattivo (LDL) e i trigliceridi, evitando il rischio di trombi e coaguli e mantenendo il sangue fluido.

Il pesce azzurro aiuta quindi anche a prevenire l'aterosclerosi, un'infiammazione cronica delle arterie causata da un alto livello di colesterolo nel sangue, evitando così danni vascolari.

Alimento dietetico

I grassi buoni del pesce azzurro lo rendono anche un alimento poco calorico: contiene infatti non più di 120 calorie per 100 gr, tranne lo sgombro che ne contiene 170, inoltre questi acidi grassi non si trasformano in adipe, aiutando così a mantenere la linea.

Il pesce azzurro è anche un ottimo sostituto di carne e legumi in quanto molto ricco di proteine.

Ottimo per chi soffre di diabete

Chi soffre di diabete deve evitare gli zuccheri semplici e limitare molto il consumo di grassi saturi. Consumare regolarmente pesce azzurro fornisce all'organismo il giusto apporto di proteine e grassi buoni senza rischi per la salute del soggetto diabetico.

Utile contro l'osteoporosi

Il pesce azzurro è importante anche per la salute delle ossa, contiene infatti calcio e ne potenzia l'assorbimento grazie alla vitamina D.

Per questo aiuta a prevenire l'osteoporosi, soprattutto in pre e post menopausa. Un alimento da assumere in modo costante e prolungato per usufruire di tutti i suoi benefici e avere ossa più forti.

Leggi anche, Sushi: tutti i pericoli nascosti che sicuramente non conosci

Sushi: tutti i pericoli nascosti che sicuramente non conosci

Continua su: Il pesce povero di grassi da integrare in un regime alimentare ipocalorico ricco di proteine e omega 3

Come consumare il pesce azzurro: Consigli

Il pesce azzurro è buono, salutare e ha un prezzo basso. Fino a qualche tempo fa era considerato un alimento povero tipico della dieta dei pescatori.

Si tratta di un alimento che si deteriora in fretta a causa dei grassi di cui è composto, per questo va consumato in tempi brevi.

Il pesce azzurro però non va mai consumato crudo, appena pescato: può infatti contenere batteri e parassiti pericolosi per la nostra salute come il clostridium perfringens, per questo è obbligatorio il congelamento prima del consumo.

Bisogna però mangiarlo alternandolo con altri nutrienti, si consiglia di mangiarlo almeno due volte a settimana.

Fondamentale è acquistare pesce freschissimo e la cottura ideale per una dieta è al forno, al vapore, alla griglia o bollito in acqua. Non bisogna aggiungere condimenti grassi, come burro ed olio, altrimenti le loro proprietà nutritive saranno alterate.

Alcuni tipi di pesce azzurro possono essere affumicati, come ad esempio le aringhe, in questo modo si conservano per molto tempo mantenendo intatte le proprietà nutritive.

Altre tipologie di pesce azzurro le troviamo poi in scatoletta: sardine, sgombro, tonno, alici, in questi casi preferite quelli al naturali oppure in olio d'oliva.

Fortunatamente questi pesci sono poco costosi e reperibili in tutte le stagioni. Fondamentale è non eccedere con la qualità poichè potrebbero contenere tracce di mercurio altamente tossico e se mangiati crudi potrebbero essere causa di infezione da anisakis.

Il pesce azzurro crudo mantiene intatti tutti i suoi valori nutritivi, ma assicuriamoci di consumarlo in luoghi sicuri, soprattutto quando decidiamo di mangiare sushi.

Si consiglia di acquistare il pesce dal rivenditore di fiducia.

CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE

Shares
facebook sharing button Share
messenger sharing button Share
whatsapp sharing button Share
pinterest sharing button Pin