Baby Food Diet: la nuova dieta delle Star di Hollywood. Ecco il menu

531
Baby Food Diet: la nuova dieta delle Star di Hollywood. Ecco il menu

Baby Food Diet: la nuova dieta delle Star di Hollywood (meno 9 chili in 6 settimane). Di diete ce ne sono tantissime, e tra quelle più amate dalle star di Hollywood c’è senza dubbio la Baby Food Diet.

Si tratta di un regime alimentare che sostituisce alcuni pasti canonici con gli omogeneizzati per neonati. Oggi ti scrivo come funziona la Baby Food Diet: la nuova dieta delle Star di Hollywood 2020.

Chiamata anche Dieta del Bebè o Dieta degli Omogenizzati, la Baby Food Diet, si basa sul consumo di alimenti per bambini, gli omogeneizzati.

La dieta del bebè come è stata ribattezzata in Italia, è stata creata da Tracy Anderson personal trainer di star come Lady Gaga, Madonna e Gwyneth Paltrow e molto amata da tantissime star.

Negli ultimi anni la baby food diet è sbarcata anche in Europa. Scopriamo meglio come funziona la baby food diet.

Cos’è e come funziona la Baby Food Diet

Come tutti i programmi alimentari, anche la dieta del bebè, è molto equilibrata e bilanciata dal punto di vista calorico ed energetico, nonostante il fatto che si basi su alimenti semisolidi in quantità estremamente ridotte rispetto ad un normale pasto.

Il principio alla base della baby food diet infatti è quello di nutrirsi, in tutti i pasti quotidiani, solo con omogeneizzati per arrivare ad un massimo di 15-16 al giorno.

Attenzione, non stiamo parlando di frullati o centrifugati preparati in casa, ma proprio dei classici vasetti di carne, pesce, frutta e verdura che mangiano i neonati e i bambini fino a 2/3 anni.

Alla base di questa curiosa dieta c’è una considerazione di fondo.

Se i vasetti sono stati approvati dai pediatri e dai nutrizionisti che seguono la crescita dei bambini, significa che rappresentano pasti completi. Quindi vanno bene anche per le persone adulte che devono soltanto aumentare le dosi giornaliere variando la quantità e la qualità degli omogeneizzati.

In genere ogni vasetto, a seconda di quello che contiene, può avere dalle 100 ad un massimo di 140-150 calorie. Mangiarne quindici al giorno significa quindi come minimo introdurre nel corpo dalle 1600 calorie alle 1900 calorie.

Leggi anche: La dieta di Laura Pausini: l’alimentazione e i segreti per restare in forma

Inoltre gli omogeneizzati, non contengono zucchero e sale, assolutamente vietati in un piano alimentare per neonati che sono alle primi approcci con i cibi semisolidi proposti durante lo svezzamento.

La mancanza di sale e zuccheri, favorisce l’assorbimento delle sole sostanze nutritive utili al sostentamento e al mantenimento.

Negli omogeneizzati, esistono numerosissime proprietà nutritive, che sono le stesse (anche superiori) a quelle contenute nei corrispondenti alimenti solidi.

Leggi anche: Dieta CRAM: Pancia piatta in 3 giorni. Ecco il menu

Ecco il menu della Baby Food Diet: la nuova dieta delle Star di Hollywood

Vediamo nel dettaglio il menu tipo della Baby Food Diet:

Colazione: due omogeneizzati alla frutta (mela, pera, banana, prugna)

Pranzo: cinque omogeneizzati (due di carne, due di pesce più uno alle verdure)

Merenda: altri due barattolini (uno di carne e uno di verdure)

Cena: puoi alternare i vasetti, come a pranzo (due di carne, due di pesce più uno alle verdure) oppure carne bianca o pesce ai ferri, verdura lessata condita con un cucchiaino d’olio e sale, 20 grammi di pane.

Vantaggi

Il vantaggio di questo tipo di dieta, è che l’omogeneizzato può essere consumato velocemente ed ovunque, ed è il perfetto sostituto calorico di un cibo solido.

La dieta degli omogeneizzati ha dunque un vantaggio, quello di mangiare ovunque, in modo pratico, senza preoccuparsi dei dosaggi di sale e zucchero.

E’ un piano alimentare comodo, soprattutto per chi viaggia, si sposta o ha l’abitudine di consumare i pasti fuori casa.

Leggi anche: Dieta dello Yogurt per perdere 3Kg in 5 giorni. Ecco il menu

Tra gli altri punti a favore c’è la qualità dei prodotti da consumare. Essendo pensata proprio per i pancini più delicati e ancora poco sviluppati, gli ingredienti degli omogeneizzati sono davvero genuini.

Grazie alla sua struttura, la Baby food diet riduce il senso di fame proprio per via degli spuntini da distribuire durante tutta la giornata.

Svantaggi

Anche se sulla carta questa dieta può sembrare una benedizione, in realtà comporta dei rischi per l’organismo, come la maggior parte delle diete-lampo.

Nonostante la quantità e la qualità degli omogeneizzati siano equilibrati, il loro apporto calorico è troppo ridotto. Qualsiasi adulto, infatti, deve raggiungere un fabbisogno energetico ben più sostanzioso.

Leggi anche: Dieta dell’anguria per perdere 5 chili in pochi giorni. Ecco il menu

CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE

Shares
facebook sharing button Share
messenger sharing button Share
whatsapp sharing button Share
pinterest sharing button Pin