Come accelerare il metabolismo: strategia e alimenti che aiutano a dimagrire da subito

1173
Come accelerare il metabolismo: strategia e alimenti che aiutano a dimagrire da subito

Come accelerare il metabolismo: strategia e alimenti che aiutano a dimagrire da subito. Il metabolismo è il ritmo al quale il tuo corpo processa il cibo che ingerisci ed è uno dei fattori più chiamati in causa quando si parla di perdere peso.

Se stai cercando di perdere peso, aumentare il tuo ritmo metabolico potrà aiutarti a dimagrire più efficacemente e senza dover rinunciare a troppe calorie. Oggi ti scrivo come accelerare il metabolismo: strategia e alimenti che aiutano a dimagrire da subito.

Spesso viene presentato come l’unica spiegazione per la propria costituzione corporea: sono magro perché ho il metabolismo veloce o sono grasso perché ho il metabolismo lento.

In realtà la questione non è così semplice, è necessario indagare le cause che possono aver rallentato o velocizzato la propria attività metabolica.

Per fare questo è importante comprendere cosa sia nello specifico il metabolismo, una volta fatto questo, sarà sicuramente più facile capire come accelerare il metabolismo per iniziare a perdere peso.

Che cos’è il metabolismo e come funziona

Metabolismo è un termine che definisce l’insieme delle reazioni chimiche che avvengono nel nostro organismo per trasformare il cibo ingerito in energia.

Si tratta di una funzione vitale per numerosi processi fisiologici essenziali, che spesso viene chiamata in causa nella gestione del peso corporeo.

In termini più semplici, il metabolismo è tutta l’energia (misurata in calorie) che il nostro corpo utilizza ogni giorno.

Queste calorie però non vengono bruciate solamente quando siamo sotto sforzo durante un’attività fisica, ma in continuazione, anche mentre stiamo dormendo. Il respiro, la digestione e il battito del cuore sono solo tre esempi di attività involontarie che richiedono costantemente energia.

La spesa energetica totale giornaliera (TDEE) è la somma di tre diverse componenti: il metabolismo basale (BMR) + la termogenesi indotta dall’alimentazione (DIT) + l’attività fisica (AAE).

Il metabolismo basale

Il metabolismo basale rappresenta la quantità minima di energia richiesta dall’organismo per mantenere attive le funzioni fisiologiche vitali, come:

  • la sintesi e/o la degradazione dei vari costituenti cellulari,
  • i cicli biochimici,
  • il turnover proteico,
  • il funzionamento della circolazione sanguigna,
  • della respirazione,
  • dell’attività nervosa,
  • metabolica,
  • ghiandolare ed anche
  • il mantenimento della temperatura corporea,

Tutto questo in completo stato di riposo (senza nessuna attività fisica).

Perché il metabolismo rallenta

Il metabolismo basale di una persona adulta è determinato:

  • dall’età, in quanto si riduce con il passare degli anni
  • dal sesso, poiché è maggiore negli uomini
  • dal peso e dall’altezza, perché una maggiore superficie corporea implica un aumento dell’attività metabolica
  • dalla massa grassa, in quanto i consumi energetici sono da attribuire principalmente all’attività e quantità della massa magra dell’organismo.

Il metabolismo basale incide per circa il 65-75% sul dispendio energetico e i fattori che possono modificarlo sono:

  • stress emotivi
  • disordini ormonali, come l’ipo o l’ ipertiroidismo
  • innalzamento della temperatura corporea
  • temperatura ambientale
  • stato nutrizionale
  • alcuni medicinali, per esempio i farmaci sedativi rallentano l’attività metabolica
  • condizioni fisiologiche come la crescita, la gravidanza o l’allattamento.

Il dispendio energetico

Il dispendio energetico viene espresso come multiplo del metabolismo basale, ossia sotto forma di un fattore per il quale deve essere moltiplicato lo stesso metabolismo basale.

È determinato, oltre che dal metabolismo basale stesso, anche dall’attività fisica e dalla termogenesi indotta dagli alimenti, ad esempio per l’energia necessaria alla digestione e all’assorbimento degli alimenti assunti.

La valutazione del dispendio energetico si deve effettuare tenendo presente alcuni fattori, quali:

  • il costo energetico intrinseco dell’attività, poiché ogni attività è caratterizzata da un dispendio differente (per esempio lavarsi i denti richiede un dispendio energetico differente dal fare giardinaggio)
  • il tempo necessario per lo svolgimento dell’attività, in quanto maggiore sono il tempo e la continuità nello svolgimento dell’attività e maggiore sarà il dispendio energetico richiesto
  • l’intensità con la quale si svolge l’attività, poiché una maggiore intensità corrisponde ad un maggior dispendio energetico
  • le dimensioni del soggetto che svolge l’attività, perché il consumo è legato anche allo spostamento della massa corporea del soggetto che svolge l’attività

Il fabbisogno energetico

Infine, il fabbisogno energetico indica l’apporto di energia ricavata dagli alimenti necessario a compensare il dispendio energetico.

Quando si determina un bilancio energetico positivo, l’energia prodotta in eccesso viene accumulata come tessuto adiposo o grasso.

Mentre quando la quantità di calorie introdotta con gli alimenti è minore della quantità di calorie cedute all’ambiente, allora si determina il dimagrimento. Continua a leggere per scoprire come accelerare il metabolismo: strategia e alimenti che aiutano a dimagrire da subito.

Leggi anche: Il frullato che accelera il metabolismo e triplica la combustione del grasso

Come calcolare il tuo tasso metabolico a riposo (RMR)

Per calcolare il tuo tasso metabolico a riposo, usa l’equazione di Harris Benedict:

  • Femmine: 655,095 + (9,563 x peso in kg) + (1,8496 x altezza in cm) – (età x 4,6756)
  • Maschi: 66,473 + (13,7516 x peso in kg) + (5,0033 x altezza in cm) – (età x 6,755)

Nel web esistono dei programmi che possono eseguire il calcolo al posto tuo.

Perché non riesco più a scendere di peso? Mano a mano che perderai peso, il tuo metabolismo rallenterà.

Più peso deve sostenere il tuo corpo, più calorie deve bruciare per mantenersi in attività – ma anche a riposo.

Quando inizi a ridurre il numero di calorie ingerite, dimagrisci con relativa facilità perché il tuo fabbisogno corporeo non viene soddisfatto.

D’altro canto, però, perdendo peso sottoponi il corpo a un carico minore, causando una riduzione del numero di calorie bruciate per sostenerlo.

Per riuscire a dimagrire ulteriormente e mantenere una differenza tra ciò che il tuo corpo richiede e riceve, dovrai pertanto diminuire ulteriormente la quantità di calorie ingerite. Ecco un esempio:

  • Hai un peso di 100 kg e il tuo corpo necessita 2500 calorie per sostenersi. Per riuscire a dimagrire, riduci l’apporto calorico giornaliero e ne assumi solo 2000.
  • Grazie a tale riduzione, perdi 12 chili. Ora il tuo corpo si sostiene con sole 2250 calorie perché deve trasportare meno peso.
  • Proseguendo con la tua dieta da 2000 calorie giornaliere (la stessa che ti ha aiutato a perdere i primi 12 chili) continuerai a dimagrire, ma alla metà della velocità. Per continuare a perdere peso a un ritmo sostenuto dovrai ridurre ulteriormente il numero di calorie ingerite. Fai attenzione però: è importante che le calorie consumate non siano inferiori all’RMR!

Come accelerare il metabolismo: strategia e alimenti che aiutano a dimagrire da subito

Partendo dalla formula della TDEE si possono ricavare informazioni essenziali per capire come accelerare il metabolismo:

Alimentazione

Molte persone che decidono di intraprendere un percorso di dimagrimento, tendono a esasperare il regime di dieta consumando pochissimo cibo.

Una persona sovrappeso (in assenza di patologie) deve probabilmente diminuire le calorie introdotte giornalmente, ma non deve ridurle drasticamente. 

Regole fondamentali
  1. Mangiare troppo poco rallenta il metabolismo. diete troppo ferree portano solo il rischio di effetto yo-yo con conseguente ripresa dei chili persi, spesso con interessi.
  2. Fai dei piccoli pasti frequenti durante l’intero arco della giornata. Prolungare il tempo di attesa tra un pasto e l’altro costringe il corpo a entrare in “modalità fame”, cosa che rallenta il metabolismo per conservare l’energia. Oltre ai pasti principali giornalieri, mangiare degli spuntini sani contribuirà ad accelerare il metabolismo.
  3. Preferisci le proteine magre. Una dieta ricca di proteine magre accelererà il tuo metabolismo, perché il tuo corpo richiede una maggiore quantità di energie per riuscire a digerirle. Opta quindi per delle proteine magre, come tacchino, pesce, uova, legumi e tofu. I fiocchi di latte sono un’ottima fonte di proteine casearie. Mangiarle, specialmente prima di andare a dormire, è una buona idea perché il tuo metabolismo lavorerà per tutta la notte.
  4. Insaporisci i tuoi cibi preferiti con le spezie. Peperoncino e pepe di Cayenna aggiunti alle tue ricette ti aiuteranno ad accelerare il tuo metabolismo. Gli effetti dei cibi piccanti sono solo temporanei, ma aggiungendoli a uno o più pasti ogni giorno riuscirai a prolungarne nel tempo i benefici.

Leggi anche: Dieta Veloce: accelera il Metabolismo per perdere fino a 10 chili in 10 giorni. Ecco il menu da seguire

Alimenti che aiutano a dimagrire velocemente

Esistono alcuni cibi in grado di accelerare il metabolismo e sono gli alimenti ricchi di anti-ossidanti che attivano nel nostro organismo l’enzima AMP-Kinasi.

Questo enzima è in grado di stimolare la produzione di energia da parte delle cellule invece che lo stoccaggio di grasso.

Per questo motivo questi alimenti vengono definiti brucia grassi. Vediamo quali sono:

  1. Il caffè è in assoluto il più efficace brucia grassi. La caffeina (principio attivo) è usata anche per smuovere la cellulite depositata nei pannicoli adiposi e nelle terapia ad essa associate. Chi soffre di tachicardia, problemi cardiaci, insonnia o di stati d’ansia se ne astenga.
  2. Tè verde. Oltre a essere antiossidante, contribuisce a bruciare i grassi e a contrastare la cellulite. Dose ideale: tre tazze al giorno senza zucchero, meglio con succo di limone.
  3. Cetrioli. Potenti brucia grassi, sono ancora più efficaci se abbinati a cibi piccanti: il mix dei due alimenti attiverà ulteriormente il metabolismo.
  4. Asparagi. Le fibre aumentano il senso di sazietà, la vitamina B stimola il metabolismo e quindi a contribuisce a bruciare grassi e calorie.
  5. Broccoli. Ricchi di calcio, vitamina A e C, acido folico e fibre, sono ottimi per attivare il metabolismo e sono super antiossidanti.
  6. Spinaci. Contengono antiossidanti, vitamine, potassio, ferro e una grande quantità di fibre che aumentano il senso di sazietà e regolano il livello degli zuccheri.
  7. Frutta e la verdure che contengono molta acqua. Sono ideali se si vuole perdere peso. Assunti prima dei pasti, aumentano il senso si sazietà.
  8. Cereali. Meglio mangiarli alla mattina a colazione perché rilasciano l’energia in modo graduale e prolungano il senso di sazietà. Preferire quelli integrali.
  9. Alghe. Soprattutto la Spirulina ricca di sali minerali drenanti e iodio in forma organica che stimolano gli ormoni della tiroide, che regolano il metabolismo.
  10. Zenzero. Termogenico, attenua tosse e mal di gola, brucia molti grassi e calorie. NB: unito alla cannella è in grado di farci assorbire meno zuccheri.
  11. Ginseng. Stimola il metabolismo quindi è un ottimo brucia grassi. Essendo energizzante, è indicato in caso di stress e stanchezza.
  12. Peperoncino. Grazie alla presenza di capsaicina, svolge una potente azione termogenica oltre a proteggere l’apparato cardiovascolare e il cervello.
  13. Cipolla. Ricca di vitamine, minerali e fitoestrogeni, aiuta a tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue, rinforza il sistema immunitario e stimola il metabolismo.
  14. Aglio. Oltre a fortificare il sistema immunitario, mantiene basso il livello di colesterolo cattivo, protegge dalle malattie cardiovascolari e riduce le molecole di grassi.
  15. Pesce e carne bianca. Essendo altamente proteici, anche questi alimenti ci fanno sentire presto sazi evitando abbuffate e quindi di mangiare oltre in necessario.
  16. Frutti di bosco. Super antiossidanti, regolano il livello di insulina del sangue e grazie al resveratrolo – presente anche in uva e mele e – bruciano i grassi.
  17. Limone. Oltre a essere ricco di vitamina C, aiuta a ritrovare l’equilibrio acido-alcalino, meccanismo che depura e stimola il metabolismo.
  18. Cioccolato fondente. Grazie alla presenza di antiossidanti, catechine e caffeina, quello con cacao minimo 80% aiuta a dimagrire più in fretta. Dose ideale: due quadratini al giorno.

Leggi anche: I 4 frullati che accelerano il metabolismo e fanno perdere 5 chili a settimana

Esercizio Fisico

Fare esercizio fisico aumenta l’attività metabolica del nostro organismo. Più energia consumiamo, più le nostre cellule ne devono produrre. 

Per perdere peso la quantità di calore bruciate dev’essere superiore alla quantità di calorie introdotte .

Il motivo è molto semplice: il corpo non avendo a disposizione i nutrienti per creare energia, preleva dai depositi le cellule di grasso per usarle come nuovo bio-combustibile.

Fai almeno 30 minuti di esercizio fisico ogni giorno. L’esercizio aerobico brucia le calorie durante il movimento e mantiene il metabolismo accelerato anche dopo la fine dell’allenamento.

Se 30 minuti di esercizio fisico ininterrotto ti sembrano troppi (per motivi di fatica o di tempo), suddividili in sessioni più brevi, da 5, 10 o 15 minuti.

Cominciando a integrare l’attività fisica, potrai notare un aumento dell’appetito. Questo è perfettamente normale, il tuo corpo sta semplicemente dicendoti che ha bisogno di più “carburante” per riuscire ad affrontare il maggior consumo di calorie.

Consigli utili

Se sei incinta o in fase di allattamento il tuo fabbisogno calorico è superiore rispetto al normale. Prima di apportare tagli alla dieta o eliminare particolari alimenti, chiedi consiglio al tuo medico.

Non cercare di strafare, né in termini di restrizioni alimentari né per quanto riguarda la quantità di esercizio fisico svolto.

Come accelerare il metabolismo e perdere peso con trattamenti specifici

Un’alimentazione attenta all’equilibrio tra i macronutrienti e un piano di attività fisica mirato sono sicuramente ottimi metodi per accelerare il proprio metabolismo.

Purtroppo non sempre sono anche la soluzione definitiva al problema dei chili di troppo.

In questi casi un integratore alimentare può essere molto utile e venirci incontro con soluzioni specifici per la riattivazione del metabolismo e per il dimagrimento.

Tra tanti integratori pubblicizzati sul web che promettono “miracoli” ne abbiamo trovato uno a base di Spirulina che ha superato tutti i test a buoni voti e lo puoi trovare sul sito ufficiale >>cliccando QUI<<

CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE

Shares
facebook sharing button Share
messenger sharing button Share
whatsapp sharing button Share
pinterest sharing button Pin