Camminare sulla spiaggia per bruciare più calorie e non solo: 8 benefici del beach walking

352
Camminare sulla spiaggia per bruciare più calorie e non solo: 8 benefici del beach walking

Camminare sulla spiaggia per bruciare più calorie e non solo: 8 benefici del beach walking. Camminare in spiaggia su bagnasciuga, in riva al mare o in acqua è una delle attività più belle dell’estate.

Un’attività che ti fa bruciare oltre 200 calorie in 20 minuti e non solo: l’aria di mare, il sole, la sabbia, l’acqua, tutto lavora per il nostro benessere. Oggi ti scrivo come camminare sulla spiaggia per bruciare più calorie e non solo: 8 benefici del beach walking.

Solitamente pensiamo alla montagna come luogo privilegiato per le camminate e le escursioni, ma, in realtà, anche le località marine offrono numerosi benefici e paesaggi meravigliosi da ammirare.

Chi ama fare lunghe passeggiate in mezzo alla natura, non può di sicuro perdere l’occasione, durante l’estate, di godere della bellezza del mare e dei suoi benefici.

Camminare a piedi nudi in riva al mare, infatti, è una sana abitudine che nasconde innumerevoli proprietà benefiche, non solo per il corpo ma anche per la mente.

Camminare sulla spiaggia per bruciare più calorie e non solo: 8 benefici del beach walking

Passeggiare sul bagnasciuga riduce lo stress e migliora l’umore soprattutto grazie al suono delle onde in sottofondo che aiuta ad allentare la tensione, sprigionando una enorme carica di energia positiva.

Inoltre la sabbia calda regala una piacevole ed unica sensazione di relax che si riversa positivamente sulla salute psicofisica del corpo.

Camminare sulla sabbia e sul bagnasciuga è davvero benefico per il tuo corpo. L’acqua del mare infatti funziona come una spa naturale.

Rispetto all’allenamento in palestra, inoltre, è accessibile a tutti ed è l’attività perfetta se vuoi contrastare la cellulite, perdere peso e depurarti.

Nota: La passeggiata non deve essere troppo lunga e troppo frequente, perché altrimenti rischi di sovraccaricare i tendini, bastano infatti solo 20 minuti a giorni alterni, per godere di tutti i suoi benefici.

Leggi anche: Camminare per 15 minuti al giorno può cambiare completamente salute e fisico. Ecco perché

Scopriamo nel dettaglio quali sono gli 8 benefici del beach walking:

Bruci più calorie

Sembra una banalità ma camminare sul bagnasciuga richiede uno sforzo maggiore rispetto alla normale camminata e permette quindi di bruciare più calorie (oltre 200 in 20 minuti).

Il motivo è che lo sforzo effettuato per camminare nell’acqua con il movimento delle onde e su un terreno come la sabbia è decisamente maggiore.

Riduce lo stress

Secondo diversi studi passeggiare in riva al mare riduce lo stress. L’acqua, infatti, riporta alla mente sensazioni prenatali: è l’ambiente privilegiato in cui si è generata la vita.

Mentre si passeggia si riattivano quelle piacevoli sensazioni di accoglienza e protezione che caratterizzano il periodo prenatale e che hanno dei notevoli benefici sulla nostra sfera emotiva e sul rilassamento mentale. 

Camminare in riva al mare aiuta a liberare la mente dai pensieri e a ricaricarsi dalla stanchezza accumulata durante tutto l’anno lavorativo o di studio.

Migliora l’umore

Camminare in riva al mare stimola il rilascio di endorfine, sostanze che il cervello produce durante l’attività fisica e che favoriscono il rilassamento.

In questo modo tieni a bada le emozioni e ti liberi dalle tensioni e dall’ansia accumulata durante l’anno.

Senza dimenticare che in acqua si possono fare nuovi incontri e piacevoli chiacchierate con gli amici o con il partner.

La passeggiata in riva al mare diventa così un momento di condivisione e leggerezza, un ulteriore vantaggio per migliorare del tono dell’umore.

Fai il pieno di vitamina D

Camminare in riva al mare è anche un modo ideale per fare il pieno di vitamina D, essenziale per la salute delle ossa.

Per evitare scottature e altri danni dovuti all’esposizione solare ricordati di proteggere sempre la pelle con una crema adatta al tuo fototipo e di evitare le ore più calde.

Spalma, quindi, sul corpo una buona dose di protezione solare prima della passeggiata.

Leggi anche: Perché è importante la Vitamina D: a cosa serve e come integrarla

Contro crampi e distorsioni

Camminare a piedi nudi sul bagnasciuga è meglio che sulla sabbia asciutta perché:

  • si rinforzano i muscoli e i tendini,
  • stimolano naturalmente le articolazioni,
  • aiuta a mettersi al riparo da distorsioni e crampi.

Molto consigliato anche affondare nella sabbia bagnata le dita dei piedi ad artiglio.

Scrub naturale

Hai mai fatto caso che dopo una camminata in riva al mare i tuoi piedi sono morbidi e vellutati?

Il massaggio che i granelli di sabbia fanno alla pianta del piede permette di esfoliarli in modo naturale e di rendere la pelle morbida e levigata.

Inoltre, camminando sul bagnasciuga, terrai lontane micosi e verruche perché l’acqua marina, insieme ai raggi ultravioletti del sole, costituisce un ottimo disinfettante naturale.

Tonifica i muscoli

Sapevi che la sabbia aiuta a tonificare i muscoli?

Quando cammini in riva al mare senza scarpe e con il piede a contatto con la sabbia, quest’ultima ha una funzione di massaggio e aiuta a tonificare la muscolatura delle gambe.

La pianta del piede viene inoltre massaggiata e rigenerata dalla sabbia e dall’acqua.

Gonfiori alle gambe

Camminare nell’acqua aiuta a combattere i ristagni dei liquidi, sgonfiare le gambe e di conseguenza sconfiggere la sgradevole sensazione di stanchezza e affaticamento dovuta alla cattiva circolazione del sangue negli arti inferiori.

Il massaggio plantare esercitato dalla passeggiata sulla spiaggia, inoltre, favorisce il ritorno venoso e migliora la circolazione.

Come aumentare i benefici della camminata in riva al mare

Alterna la camminata in riva al mare a quella immersa fino al polpaccio o alla vita. Sarai più lenta ma è un toccasana per la circolazione e per drenare i liquidi.

Più ti immergi, inoltre, più le tue articolazioni lavorano in scarico. Sei più leggera perché l’acqua ti sostiene ed è ideale se hai qualche chilo in più o fastidi al ginocchio.

Per rendere la camminata in acqua più intensa, inserisci alcune varianti per qualche minuto:

  1. Con l’acqua alla vita, cammina alzando le ginocchia il più che puoi.
  2. Frontale alla riva, fai un bel passo di lato, piegati sulle ginocchia nello squat e continua con un altro passo.

Leggi anche

CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE

Shares
facebook sharing button Share
messenger sharing button Share
whatsapp sharing button Share
pinterest sharing button Pin