Antinfiammatori naturali: ecco quali sono i più potenti dall’effetto immediato

198
Antinfiammatori naturali: ecco quali sono i più potenti dall'effetto immediato

Antinfiammatori naturali: ecco quali sono i più potenti dall’effetto immediato. A differenza dei farmaci antinfiammatori di sintesi (FANS e steroidei), gli antinfiammatori naturali non hanno controindicazioni, non sono gastrolesivi e non danneggiano il fegato.

Possono essere assunti per lunghi periodi di tempo, cosa che può capitare, soprattutto se  soffri di infiammazioni croniche. Oggi parliamo degli antinfiammatori naturali: ecco quali sono i più potenti dall’effetto immediato.

Benefici per la salute e veri doni della natura, gli antinfiammatori naturali sono facilmente reperibili, possono alleviare il dolore quasi nell’immediato ed aiutare in caso di traumi e lesioni.

Sono erbe e piante officinali in grado di intervenire sui meccanismi e le cause che provocano l’infiammazione dei tessuti, siano questi tessuti ossei, vasi sanguigni o tessuti epidermici.

Cos’è un’infiammazione

L’infiammazione o flogosi è un meccanismo di difesa che costituisce una risposta protettiva all’azione dannosa di:

  • agenti fisici (traumi, calore, ecc),
  • chimici (acidi, ecc.),
  • tossici,
  • da agenti di natura biologica (batteri, virus, ecc.).

Quando un agente lesivo attacca i tessuti provoca un’intensa reazione vascolare, che ha la funzione di distruggere, diluire e confinare tale agente. Allo stesso tempo mette in moto una serie di meccanismi che favoriscono la riparazione o la sostituzione del tessuto danneggiato. 

I fenomeni elementari, che costituiscono la risposta infiammatoria, comprendono vasodilatazione e aumento di permeabilità, che provocano un travaso di liquidi dal letto vascolare al tessuto leso (edema).

Le varie fasi che subisce un tessuto infiammato consistono in: 

  1. arrossamento dovuto all’aumento di sangue nell’area (rubor),
  2. rigonfiamento dovuto all’edema (tumor),
  3. aumento della temperatura (calor),
  4. dolore per alterazioni biochimiche locali (dolor),
  5. inibizione della funzionalità dell’area colpita (specie se si tratta di un’articolazione).

La durata dell’infiammazione dipende dal tempo necessario per eliminare la causa nociva e per riparare il danno.

Può essere breve (ore o giorni) e in tal caso viene definita flogosi acuta oppure può durare mesi o anni, diventando flogosi cronica.

Ma, nel secondo caso, i processi infiammatori, da difensivi si trasformano in un meccanismo dannoso. Protraendosi nel tempo, l’infiammazione cronica causa diversi problemi agli organi colpiti.

Tuttavia, puoi proteggere il tuo organismo puntando su opzioni più naturali e meno invasive. Infatti, la natura ti mette a disposizione un’ampia scelta di antinfiammatori naturali molto efficaci che puoi assumere senza problemi e per periodi di tempo prolungato.

Leggi anche: Tisana di Genziana: la pianta antibiotica, digestiva e antinfiammatoria che cura decine di condizioni

Antinfiammatori naturali: ecco quali sono i più potenti dall’effetto immediato

Hai la possibilità di scegliere tra molti antinfiammatori naturali per combattere le infiammazioni. Di seguito ti elenco i più potenti che danno sollievo immediato.

Artiglio del diavolo

L’artiglio del diavolo è uno degli antinfiammatori naturali più putenti e conosciuti, impiegato spesso dagli sportivi per alleviare casi doloranti come tendiniti, mal di schiena e dolori muscolari.

È un’erba originaria dell’Africa, utilizzata da secoli per il trattamento di infiammazioni e dolori. Non ha particolari controindicazioni, e grazie ai suoi principi attivi, gli Harpagosidi, è utile in presenza di:

  • tendiniti
  • osteoatrite
  • artrite reumatoide
  • mal di schiena
  • mal di testa
  • cervicale
  • contusioni
  • sciatica
  • artrite
  • artrosi.

Può essere assunto sottoforma di tintura madre in caso di traumi all’apparato osteo-articolare.

Ananas

Grazie alla bromelina, contenuta soprattutto nel gambo, l’ananas è un frutto molto indicato come decongestionante sul sistema circolatorio e linfatico. 

Questa sostanza migliora la circolazione sanguigna e il sistema linfatico. Va a stimolare il drenaggio del focolaio di infezione, con conseguente riassorbimento dell’emorragia.

Inoltre, viene così usato per contrastare:

  • ematomi
  • insufficienza venosa
  • traumi muscolari e articolari
  • tumefazioni post-operatorie
  • edema
  • cellulite
Aloe vera

Sotto forma di succo, di gel, di creme o unguenti, l’aloe vera è uno degli antinfiammatori naturali più efficaci. Inoltre, ha un’azione lenitiva e disinfettante, di aiuto nei problemi osteoarticolari.

E’ efficace nei casi di artrite, di reumatismi e di dolori articolari. Inoltre, è molto valida anche per combattere disturbi intestinali come la gastrite, la colite, l’intestino irritabile, l’ulcera e tutte le infiammazioni delle mucose.

È fresca e piacevole da usare, quindi molto indicata anche anche per problemi dell’epidermide.

Leggi anche: Come curare la Psoriasi senza causare effetti collaterali con l’aloe vera

Spirea

La spirea svolge azione antinfiammatoria, analgesica e antipiretica, perché inibisce la sintesi delle prostaglandine (PGE2), responsabili del dolore e del processo infiammatorio dei tessuti. 

Viene perciò utilizzata in caso di febbre e in tutte le malattie da raffreddamento, per alleviare gli stati dolorosi causati da:

  • artrosi,
  • artrite reumatoide,
  • dolori articolari,
  • mal di denti, 
  • mal di schiena,
  • cervicale.

A differenza dei farmaci antinfiammatori di sintesi, la spirea non presenta azione ulcerogena (gastrite, ulcera), effetto collaterale di questa categoria di farmaci.

La presenza delle mucillagini, infatti, conferisce alla spirea un’azione protettiva per le mucose, in grado di ridurre gli spasmi e i processi erosivi delle pareti gastriche. 

Malva

Le foglie e i fiori della malva sono ricchissime di mucillagini, che contengono tante sostanze benefiche per il tuo organismo.

I principi attivi della malva sono particolarmente utili per problemi legati alle mucose.  Quindi, queste sostanze, agiscono rivestendole con uno strato vischioso, che le protegge da agenti irritanti.

L’azione emolliente e antinfiammatoria della malva, è consigliata per il trattamento di disturbi come infezioni vaginali, tosse grassa o infiammazioni intestinali.

E’ anche un’ottimo rimedio per dare sollievo se soffri di infiammazioni alle gengive o se hai mal di denti.

Miele

Tra gli antinfiammatori naturali più antichi e potenti, il miele è indicato soprattutto per combattere le infiammazioni delle vie respiratorie.

Il miele è ottimo per sedare la tosse in sostituzione di sciroppi o pastiglie lenitive.

Non solo, ha anche un utilizzo a livello topico. Infatti, se spalmato sulla pelle come una crema, può contrastare le infiammazioni dovute alle punture di insetti.

Leggi anche

CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE

Shares
facebook sharing button Share
messenger sharing button Share
whatsapp sharing button Share
pinterest sharing button Pin