Gli incredibili benefici dei mirtilli: 10 motivi per mangiarli più spesso

173
Gli incredibili benefici dei mirtilli: 10 motivi per mangiarli più spesso

Gli incredibili benefici dei mirtilli: 10 motivi per mangiarli più spesso. I benefici dei mirtilli per la salute sono tantissimi: danno sollievo dall’infezione delle vie urinarie, disturbi respiratori, calcoli renali, cancro e malattie cardiache e non solo.

Mangiare mirtilli è anche vantaggioso per prevenire disturbi dello stomaco e diabete, così come le malattie gengivali causate dalla placca dentale. Oggi ti scrivo gli incredibili benefici dei mirtilli: 10 motivi per mangiarli più spesso.

Il mirtillo nero, Vaccinium myrtillus, è un piccolo arbusto alto tra i 20 e i 60 cm, originario delle regioni fresche e temperate di Europa e Asia.

In Italia cresce spontaneo sulle Alpi e sugli Appennini e proprio nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano è presente una rara varietà con frutti bianchi.

Generalmente crescono nelle zone montane, nei boschi e trovano la loro maggiore diffusione sui terreni ricchi di humus. La loro fioritura avviene in primavera e si distinguono in tre differenti specie: mirtillo nero, rosso e blu.

La piante del mirtillo nero ha:

  1. Le foglie sono ovali o ellittiche, hanno il margine dentellato.
  2. I fiori sono penduli e normalmente solitari, la corolla è di colore bianco-rosato, hanno una forma tipica a orcio rovesciato, con petali saldati tra loro.
  3. I frutti hanno l’aspetto di bacche, ma in realtà sono false bacche, come le banane e i cocomeri, perché si originano, oltre che dall’ovario, da sepali, petali e stami.

Proprietà dei mirtilli

Ricchissimi di polifenoli: flavonoidi, procianidine, flavonoli e acidi fenolici. La maggior parte dei polifenoli si accumula nella buccia e soltanto una piccola parte è presente nella polpa e nei semi. 

Durante la maturazione aumenta progressivamente la quantità di antocianine presenti, in particolar modo delfinidina e malvidina: sono i glicosidi di questi composti a conferire il tipico colore rosso, blu o porpora ai frutti, assieme all’acido clorogenico che esalta l’intensità del colore dovuto a queste sostanze.

Tra i componenti che conferiscono gusto al frutto, acidi organici come l’ossalico, il malico e il citrico, assieme ad una nutrita schiera di composti volatili, più di cento, responsabili anche dell’aroma che cambia a seconda della varietà.

I carboidrati sono 14 g, le fibre 2,5 g, i grassi sono appena 0,3 grammi, soprattutto omega 3 e omega 6, mentre le proteine sono 0,7 g.

Decisamente elevato l’apporto di vitamina K e vitamina C, mentre tra i minerali è discreta la presenza di potassio e ferro.

Calorie e valori nutrizionali dei mirtilli

100 g di mirtilli contengono 25 kcal / 103 kj.

Inoltre, per ogni 100 g di questo prodotto, abbiamo:

  • Acqua 85 g
  • Carboidrati 5,1 g
  • Zuccheri 5,1 g
  • Proteine 0,9 g
  • Grassi 0,2 g
  • Colesterolo 0 g
  • Fibra totale 3,1 g
  • Sodio 2 mg
  • Potassio 160 mg
  • Ferro 0,7 mg
  • Calcio 41 mg
  • Fosforo 31 mg
  • Vitamina B1 0,02 mg
  • Vitamina B2 0,05 mg
  • Niacina vitamina B3 0,5 mg
  • Vitamina A 13µg
  • Vitamina C 15 mg

Leggi anche: Gli incredibili benefici delle fragole: 10 motivi per mangiarle più spesso

A seguire: Gli incredibili benefici dei mirtilli: 10 motivi per mangiarli più spesso

Le proprietà dei mirtilli sono innumerevoli e ne derivano altrettanti benefici che aiutano il corpo sotto svariati punti di vista. Vediamoli nel dettaglio:

Sono ricchissimi di antiossidanti

Gli antiossidanti sono molto importanti, proteggono il nostro corpo dai danni dei radicali liberi, molecole instabili che possono danneggiare le strutture cellulari e contribuire all’invecchiamento e a malattie come il cancro.

Si dice che i mirtilli abbiano la più alta capacità antiossidante di tutti i frutti e verdure più consumati.

Il principale composto antiossidante nei mirtilli viene da una famiglia di polifenoli, chiamati flavonoidi. Un gruppo di flavonoidi in particolare, le antocianine, si dice sia responsabile della maggior parte dei suoi benefici.

E’ stato evidenziato che aumentano direttamente il livello di antiossidanti nel corpo.

Rallentano l’invecchiamento

Dal momento che i mirtilli sono ricchi di antiossidanti, sono in grado rallentare il processo di invecchiamento cellulare.

Le vitamine A e C presenti nel mirtillo contribuiscono alla salute del collagene, preposto alla rigenerazione cellulare della cute.

Insomma, meno rughe con i mirtilli, come anche borse sotto gli occhi e altri sgradevoli inestetismi, anche grazie alla capacità del mirtillo di mantenere la nostra pelle idratata.

Sono eccellenti bruciagrassi

Il mirtillo è ricco di acidi organici che hanno un effetto emulsionante sui depositi di grasso nel nostro corpo.

Recenti studi hanno confermato che i mirtilli neri possono contribuire alla riduzione della massa grassa, grazie agli effetti che hanno sul metabolismo dei grassi e degli zuccheri.

E’ stato dimostrato, infatti, che i mirtilli influiscono sui geni responsabili dell’immagazzinamento dei grassi ed aiutano a ridurre il grasso addominale e a migliorare i livelli di colesterolo nel sangue.

Quindi, è bene, per coloro che vogliono perdere chili in più, consumare mirtilli più spesso.

Contrastano ritenzione idrica, cellulite e vene varicose

Migliorando la microcircolazione, il mirtillo è un ottimo rimedio per chi soffre di ritenzione idrica con conseguente cellulite, vene varicose ed emorroidi, tutti disturbi correlati a problemi di circolazione nei piccoli vasi.

Studi condotti su donne con problemi di vene varicose hanno dimostrato che l’estratto di mirtillo consente di ottenere buoni risultati su gonfiore, dolore, senso di pesantezza, aspetto della pelle e formicolio.

Leggi anche: Come sbarazzarsi di ritenzione idrica e cellulite per sempre e in modo naturale

Aiutano a migliorare la memoria

Le antocianine, potenti antiossidanti, danno al mirtillo il suo caratteristico colore violaceo e bluastro, sono anche alleati della memoria perché incrementano l’attività mnemonica.

Inoltre, recenti studi hanno dimostrato che gli antiossidanti presenti nei mirtilli tendono ad accumularsi nelle aree del cervello essenziali per l’intelligenza.

Sembra che interagiscano direttamente con i neuroni, con un miglioramento nell’attività di segnalazione delle cellule.

In uno di questi studi, 9 partecipanti anziani con leggere difficoltà cognitive hanno consumato succo di mirtillo ogni giorno.

Dopo 12 settimane avevano visto dei miglioramenti in diversi marcatori delle funzioni cerebrali.

Combattono la cistite

Tutte le donne sanno quanto siano fastidiose le infezioni urinarie, soprattutto se si trovano nel mezzo di una cistite batterica acuta (UTI).

Il succo di mirtillo rosso è una vera e propria medicina contro la cistite, ma anche il mirtillo nero può avere i medesimi benefici effetti.

Gli studi hanno dimostrato che i mirtilli impediscono ai batteri di legarsi alle cellule sulle pareti della vescica.

La ricerca mostra che bere il succo di mirtillo regolarmente può aiutare a prevenire le infezioni del tratto urinario.

Riducono i livelli di colesterolo nel sangue

I flavonoidi presenti nei mirtilli hanno proprietà antiossidanti e possono ridurre la minaccia di aterosclerosi.

L’aterosclerosi è una malattia in cui le arterie sono ridotte a causa della formazione di grassi, calcio e colesterolo presenti nel sangue.

Questo ostacola il flusso di sangue ricco di ossigeno nelle varie parti del corpo e può portare a risultati potenzialmente fatali come attacchi di cuore e ictus.

Gli antiossidanti nei mirtilli sono fortemente collegati a una riduzione dei livelli di colesterolo LDL ossidato.

Una porzione di 50 grammi di mirtilli ha ridotto l’ossidazione del 27% in un gruppo di partecipanti obesi, dopo un periodo di 8 settimane.

Un altro studio ha dimostrato che 75 grammi di mirtilli presi durante un pasto riducevano significativamente l’ossidazione delle lipoproteine di LDL.

Sono antinfiammatori e antidolorifici

Mangiare mirtilli può alleviare le infiammazioni, tra cui l’artrite reumatoide e infiammazioni cutanee. Oltre ad essere un antidolorifico, il mirtillo nero è quindi un prezioso antinfiammatorio naturale.

Hanno effetti anti-diabete

I mirtilli contengono pochi zuccheri rispetto ad altre varietà di frutta. Una tazza contiene 15 grammi, che equivale a una piccola mela o a un’arancia grande.

La ricerca suggerisce che le antocianine nei mirtilli possono avere effetti benefici sulla sensibilità all’insulina e sul metabolismo del glucosio.

Questi effetti anti-diabete sono stati mostrati sia con il succo di mirtillo sia con l’estratto.

In uno studio condotto su 32 obesi con resistenza all’insulina, un frullato di mirtilli portava maggiori miglioramenti sulla sensibilità all’insulina.

Il miglioramento della sensibilità all’insulina potrebbe ridurre i rischi di sindrome metabolica e di diabete di tipo 2 che sono tra i problemi più grossi e diffusi oggi.

Migliorano la vista

Il mirtillo nero migliora la visione notturna e la fatica visiva. Favorisce inoltre la rigenerazione dei tessuti della retina ed è utile anche in caso di disturbi vascolari dell’occhio.

Per questo viene raccomandato nel prevenire e combattere le malattie degli occhi.

Se vuoi vedere meglio e prenderti cura dei tuoi occhi, bevi tanto succo di mirtillo nero.

Controindicazioni

L’estratto secco di mirtillo nero ha azione diuretica e può favorire la formazione di calcoli renali da ossalati e fosfati a chi ne è predisposto.

Grazie alla sua azione ipoglicemizzante si sconsiglia l’uso a chi è già sottoposto a terapia farmacologica per la cura del diabete.

Leggi anche

CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE

Shares
facebook sharing button Share
messenger sharing button Share
whatsapp sharing button Share
pinterest sharing button Pin