Tutti gli effetti della Nutella: Ecco perché fa male alla salute
Tutti gli effetti della Nutella: Ecco perché fa male alla salute
News

Tutti gli effetti della Nutella: Ecco perché fa male alla salute

Tutti gli effetti della Nutella: Ecco perché fa male alla salute. Esperti di alimentazione consigliano di evitare la Nutella perché contiene ingredienti pericolosi per la salute.

La famosa crema spalmabile al cacao e nocciole è nell’occhio del ciclone all’estero. In questo articolo ti scrivo tutti gli effetti della Nutella: Ecco perché fa male alla salute.

Chi non conosce la Nutella? Fiore all’occhiello del made in Italy che, da decenni, riscuote un successo sempre crescente, la Nutella è uno di quei pochi prodotti ad essere universalmente amati ed apprezzati.

Piace a tutti, grandi e piccini, uomini e donne, buongustai e persone di poche pretese culinarie, italiani e stranieri.

Come ben si sa, purtroppo, si tratta di un alimento ben lontano da un’idea di salubrità, se consumato frequentemente ed in quantità non moderate: troppi grassi e troppi zuccheri.

Basta leggere l’etichetta della Nutella per capire che non abbiamo fra le mani un prodotto eccellente.

Le origini della Nutella

La Nutella è stata ideata nel 1964 dall’industria dolciaria piemontese Ferrero, con sede ad Alba (Cuneo).

Il nome deriva dal sostantivo nut, che significa “noce” in inglese, e il suffisso italiano ella, per ottenere un nome orecchiabile.

Le sue origini si devono a Pietro Ferrero, il quale possedeva una nota azienda per la produzione di nocciole.

Nel 1946 vendette per la prima volta una crema misto cioccolata e nocciole, la Pasta Giandujot.

Nel 1951 nacque poi la Supercrema, conserva vegetale venduta in grandi barattoli. Poi la svolta nel 1963, quando Michele Ferrero, figlio di Pietro, decise di rinnovare la Supercrema, con l’intenzione di commercializzarla in tutta Europa. Nacque così la Nutella.

Imitata, con scarsi esiti, in tutto il mondo, accompagna da varie generazioni la colazione e gli spuntini pomeridiani di milioni di persone.

Tutti gli effetti della Nutella: Ecco perché fa male alla salute 1

La Nutella è presente in commercio in diversi formati, i più comuni sono:

  • vaschette da 90 grammi (30 g x 3 pezzi);
  • bicchiere da 200 grammi;
  • vasetto da 400 grammi;
  • vasetto 750 grammi.

Esistono anche confezioni di maggiori dimensioni, ad esempio i barattoli da 5 kg, ma si tratta di formati per il catering o prodotti solo per determinati periodi dell’anno.

Ecco gli ingredienti riportati sull’etichetta della Nutella:

Ingredienti

Zuccheroolio vegetale, nocciole (13%), cacao magro, latte scremato in polvere (5%), siero di latte in polvere, emulsionante (lecitina di soia), aromi”.

Il fatto che lo zucchero sia il primo ingrediente non deve sorprendere, poiché si tratta di un prodotto dell’industria dolciaria; ma ciò che dovrebbe far rizzare le orecchie è il suo accostamento col secondo ingrediente in ordine di importanza: l’olio vegetale.

Solo questo basta per farci capire che ci troviamo davanti ad un prodotto costituito quasi esclusivamente da zuccheri e grassi, proprio le categorie di macronutrienti che i nutrizionisti raccomandano di consumare con moderazione nell’alimentazione quotidiana.

E che dire dello stesso termine “olio vegetale”, non meglio specificato?

Spesso questa dicitura nasconde l’utilizzo di oli idrogenati di palma o di cocco, estremamente dannosi per la salute poiché difficili da digerire ed in grado di innalzare i livelli di colesterolo “cattivo” (LDL) nel sangue.

E poco importa che venga utilizzato cacao “magro e latte “scremato”: i grassi contenuti nella Nutella sono decisamente troppi.

Diamo uno sguardo alla tabella nutrizionale della Nutella

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI
Per 100 gPer porzione (15 g)% GDA*
Valore energeticokcal (kJ)530 (2215)80 (1055)4
Proteineg6.412
Carboidratig56.48.53
di cui zuccherig55.28.39
Grassig31.04.77
Saturig10.31.58
Fibre alimentarig3.50.52
Sodiog0.0330.0050
Fosforomg172
Magnesiomg70
Riboflavinamg0.25
Vitamina B12?g0.26
Vitamina Emg6.6

Dando anche solo un rapido sguardo alla tabella nutrizionale, balza subito all’occhio il contenuto di carboidrati, quasi per intero riconducibili agli zuccheri, che rappresentano oltre il 55% del prodotto.

Per non parlare dei grassi, presenti nella misura di 31 grammi ogni 100 g di Nutella; di essi, circa un terzo è rappresentato dai ‘famigerati’ grassi saturi, che come abbiamo detto non sono esattamente salutari.

Nella Nutella sono contenute poche proteine, circa 6 grammi su 100, ed il contenuto di fibre è trascurabile (3.5 g/100 g).

Fra le vitamine, sono presenti riboflavina, vitamina B12 e vitamina E mentre, per via della presenza di derivati del latte (latte scremato in polvere, siero di latte in polvere) fra gli ingredienti, in questa crema spalmabile sono contenute anche buone quantità di fosforo e magnesio.

Lungi da chiunque, naturalmente, il considerare la Nutella “ottima” per la crescita: si tratta di una vera e propria bomba calorica, uno di quegli alimenti da consumare davvero con moderazione.

E poco importa che nella tabella nutrizionale sia riportata come “porzione” la quantità improbabile di 15 grammi: chi, infatti, mangia solo un cucchiaino di Nutella alla volta?

I produttori entrano in contraddizione sul loro stesso sito, quando suggeriscono l’utilizzo di Nutella per una colazione a detta loro “completa e nutriente”.

Leggi anche: Allarme sostanze cancerogene nel latte in polvere per neonati

A seguire, tutti gli effetti della Nutella: Ecco perché fa male alla salute

Lo ha confermato Alfonso Lampen, esperto di alimentazione dell’Istituto Federale per la valutazione dei rischi della Germania (BFR).

A suo parere gli acidi grassi che si formano nella lavorazione dell’olio di palma sono dannosi per i reni, per il fegato e per i testicoli e possono anche avere effetti cancerogeni.

In Germania sono oggetto di attenzione anche altre creme al cacao e nocciole che i cittadini possono trovare normalmente al supermercato.

La questione olio di palma e salute riguarda tutte le creme spalmabili che lo contengono tra gli ingredienti.

Sono numerosi gli articoli che all’estero attaccano la Nutella e invitano a dire no alla Nutella e a vietarla soprattutto ai bambini, non soltanto per la presenza di olio di palma ma anche perché contiene ingredienti come lecitina di soia, vanillina e latte in polvere.

La Nutella contiene vanillina, un ingrediente artificiale che rappresenta una neurotossina per le cellule cerebrali.

Sia ben chiaro: con questo articolo non cerchiamo di sminuire un prodotto che ha raggiunto un successo planetario ma vogliamo far chiarezza sui possibili effetti della Nutella sulla nostra salute.

L’olio di palma e la vanillina non sono presenti soltanto nella Nutella, ma in numerosi prodotti dolciari realizzati a livello industriale.

Basta leggere le etichette per rendersene conto.

Se vogliamo evitare ingredienti ‘scomodi’ possiamo sempre preparare in casa i dolci e le creme spalmabili che preferiamo.

Nutella fatta in casa senza olio di palma e vanillina

Facile e veloce da preparare, è perfetta per una colazione sana, o un goloso spuntino pomeridiano, che farà felice grandi e piccoli.

Sana e allo stesso tempo golosa: è la nutella fatta in casa adatta anche ai vegani perché priva di ingredienti di origine animale e senza olio di palma.

Con la ricetta che ti propongo, puoi farla anche tu in pochissimi minuti.

Ingredienti

  • 6 cucchiai colmi di nocciole intere
  • un cucchiaio e mezzo di cacao amaro
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 4-6 cucchiai di bevanda di soia alla vaniglia

Preparazione

  1. Tostate le nocciole intere per 2-3 minuti in un padellino a fuoco medio, poi trasferitele nel mixer e frullatele fino a polverizzarle, aggiungete l’olio e continuate a frullare fino ad ottenere un composto quasi cremoso.
  2. Unite lo zucchero di canna, il cacao amaro e frullate ancora per appena un minuto, poi unite la bevanda di soia e continuate a mixare fino a quando non avrete ottenuto una crema omogenea.
  3. Se il composto dovesse risultare troppo duro, aggiungete ancora un filo di soia, se invece risulta troppo liquido, mettete ancora 1 cucchiaio di nocciole tritate.
  4. Mettete in frigo e consumate entro una settimana.
CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE

Post Correlati

Leave a Comment

error: Copiare i contenuti è reato di plagio. È stata inviata una segnalazione automatica a Google e riceverai una penalizzazione per contenuti duplicati.