Pancia Piatta con la dieta Funzionale della nutrizionista Sara Farnetti

8739
Pancia Piatta con la dieta Funzionale della nutrizionista Sara Farnetti

Pancia Piatta con la dieta Funzionale della nutrizionista Sara Farnetti. La dieta di Sara Farnetti, nutrizionista tra le più seguite in Italia, si basa sulle giuste combinazioni alimentari per avere una salute ottimale e, di conseguenza, una perdita di peso.

È importante imparare a combinare insieme gli alimenti per potenziarne gli effetti sul nostro corpo. Di seguito ti scrivo come ottenere la Pancia Piatta con la dieta Funzionale della nutrizionista Sara Farnetti.

Gli effetti funzionali degli alimenti sui nostri organi, le sostanze contenute nei cibi che mangiamo e le giuste associazioni tra loro attivano o inibiscono il metabolismo.

La dieta Funzionale della nutrizionista Sara Farnetti: Come funziona

La dieta funzionale è quindi quella dieta che ci permette di sfruttare gli alimenti nelle giuste combinazioni e nei giusti momenti della giornata per venire incontro alle esigenze del nostro organismo e quindi favorire sia una migliore salute che, nello specifico, una migliore digestione, una pancia più piatta, la riduzione e gestione dello stress, e il dimagrimento.

La dottoressa ha più volte dichiarato durante le sue interviste che la dieta funzionale è un modo di pensare alimentazione come un insieme di alimenti che possono curare o danneggiare il nostro organismo.

Ritiene, inoltre, che non esistano alimenti che fanno ingrassare ma solo combinazioni di cibi sbagliate, quindi il sovrappeso dipende da questi abbinamenti scorretti. La ballerina russa Natalia Titova, che segue la dieta funzionale, ne ha confermato l’assoluta efficacia.

Difatti sono gli ormoni, secondo l’alimentazione funzionale di Sara Farnetti, ad attivare e disattivare i geni e quindi a farci ingrassare o dimagrire.

Per esempio quando viene rilasciata troppa insulina, ormone che mantiene in equilibrio gli zuccheri nel sangue, in seguito al consumo eccessivo di alimenti con zuccheri e carboidrati, si aumenta di peso.

Per non parlare degli effetti dannosi a livello di salute.

In questo tipo di dieta un ruolo importantissimo lo svolge anche la cottura. Si ritiene che determinate tipologie di cottura siano infatti più dietetiche rispetto ad altre e anche in questo caso è importante utilizzare gli ingredienti giusti, sostituendo per esempio l’olio di semi con l’olio di oliva.

Lista degli alimenti utili:

  1. Cioccolato extra fondente (almeno dell’85%). E’ uno stabilizzante dell’insulina.
  2. Olio extravergine. E’ uno stabilizzante dell’insulina.
  3. Vino. Con moderazione, ricco in polifenoli.
  4. Erbe aromatiche per condire i cibi. Attivano il metabolismo e bruciano i grassi.
  5. Ananas, finocchio, cipolla per migliorare la diuresi

Lista degli alimenti da evitare:

  1. Evitare l’eccesso di carboidrati a colazione.
  2. Affettati come il prosciutto crudo o la bresaola, hanno poche calorie ma non attivano il metabolismo.
  3. Tonno in scatola, ha poche calorie ma non attiva il metabolismo.

Leggi anche: Come avere la pancia piatta anche a 50 anni

Come avere la pancia piatta anche a 50 anni

A seguire, Pancia Piatta con la dieta Funzionale della nutrizionista Sara Farnetti: menu settimanale tipo

Seguendo i consigli della dottoressa, un’esempio di dieta potrebbe essere così composta:

Lunedì

  1. Colazione: Una fetta di pane tostato casereccio condito con olio extravergine di oliva, una tisana calda
  2. Spuntino mattina: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  3. Pranzo: Insalata mista condita con olio, limone e basilico, 150 g di straccetti con 100 g di rucola e una bruschetta di 50 g condita con olio
  4. Spuntino pomeriggio: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  5. Cena: Un finocchio, 70 g di pasta corta saltata in padella con olio ed erbe aromatiche, 5 pachino in olio e zenzero e 2 insalate belga ai ferri con olio e limone

Martedì

  1. Colazione: Una fetta di pane tostato casereccio condito con olio extravergine di oliva, una tisana calda
  2. Spuntino mattina: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  3. Pranzo: Insalata verde condita con olio e limone, 8 gamberoni e 3-4 scampi griglia o calamari alla griglia e un mandarino
  4. Spuntino pomeriggio: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  5. Cena: 150 g di valeriana con pinoli, 2 gambi di carciofo infarinati e fritti e un mandarino

Mercoledì

  1. Colazione: Una fetta di pane tostato casereccio condito con olio extravergine di oliva, una tisana calda
  2. Spuntino mattina: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  3. Pranzo: Un finocchio e sedano conditi con olio e limone, 150 g di petto pollo cotto in padella con olio e salvia e accompagnato con rucola fresca e un kiwi
  4. Spuntino pomeriggio: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  5. Cena: 2 finocchi stufati, 150 g di puntarelle con olio e aceto e 100 g di alici marinate e una bruschetta da 50 g condita con olio extravergine di oliva

Giovedì

  1. Colazione: Una fetta di pane tostato casereccio condito con olio extravergine di oliva, una tisana calda
  2. Spuntino mattina: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  3. Pranzo: 2 calamari alla griglia, insalata mista con rucola olio e limone e un pompelmo giallo
  4. Spuntino pomeriggio: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  5. Cena: 2 carciofi crudi conditi con olio e limone, 70 g di spaghetti mantecati in padella con 200 g di cavolfiore stufato direttamente in aglio, olio e peperoncino a fine cottura

Venerdì

  1. Colazione: Una fetta di pane tostato casereccio condito con olio extravergine di oliva, una tisana calda
  2. Spuntino mattina: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  3. Pranzo: 150 g di carpaccio vitella con rucola, insalata con un finocchio, un’arancia e olive
  4. Spuntino pomeriggio: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  5. Cena: Frittata di 1 uovo e 2 zucchine con olio, una bruschetta da 50 g condita con olio extravergine di oliva

Sabato

  1. Colazione: Una fetta di pane tostato casereccio condito con olio extravergine di oliva, una tisana calda
  2. Spuntino mattina: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  3. Pranzo: 100 g di valeriana, 250 g di merluzzo (o sogliola) in padella con olio e salvia e 2 mandarini
  4. Spuntino pomeriggio: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  5. Cena: 70 g di riso basmati al dente mantecato con 12 punte di asparago in olio e peperoncino a fine cottura, 150 g di puntarelle (oppure 2 belga crude) condite con olio e limone

Domenica

  1. Colazione: Una fetta di pane tostato casereccio condito con olio extravergine di oliva, una tisana calda
  2. Spuntino mattina: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  3. Pranzo: 2 cetrioli conditi con olio e limone, 150 g di petto pollo in padella con salvia e un kiwi
  4. Spuntino pomeriggio: 20 g di mandorle o noci al naturale o 25 g di cioccolato amaro extra fondente
  5. Cena: 150 g di rucola condita olio e limone, 2 uova fresche al tegamino con salvia, 2 belga ai ferri e una bruschetta da 50 g condita con olio extravergine di oliva

CONDIVIDI L'ARTICOLO | FAI GIRARE

Shares
facebook sharing button Share
messenger sharing button Share
whatsapp sharing button Share
pinterest sharing button Pin